2018
CHI SIAMO
PARTNER
ISCRIZIONI
ARCHIVIO
CONTATTI

2013: 10th edition

august 28
september 7
 
NEWS
FILM
PROGRAMMA
INCONTRI
INTERVISTE
GALLERY

main sponsor





creative partner



Richie Mehta
07/09/2013
Richie Mehta
Viene dall'India Siddharth, di Richie Mehta, storia vera di un riparatore di cerniere (Rajesh Tailang) che decide di compiere un lungo viaggio attraverso il suo Paese per ritrovare il figlio 12enne perduto. Era partito per un lavoro che avrebbe aiutato economicamente la famiglia, ma non è più tornato. "Nel 2010 incontrai un uomo per le strade di Nuova Delhi che mi chiese di aiutarlo a cercare un luogo chiamato Dongri - spiega il regista -. Gli domandai che cosa fosse e lui mi rispose che pensava si trattasse del posto dove avrebbe ritrovato suo figlio scomparso. Lui cercava quel posto da un anno, io ci ho messo due secondi a trovarlo su Google, e ho riflettuto su cosa significa affrontare una tragedia quando non si hanno mezzi. Sulla speranza, sulla tenacia".

Siddharth combina il dramma di una perdita con un'estetica luminosa, che esalta i colori indiani: "La storia che racconto è cupa - spiega Mehta - anche se non vediamo cosa succede, lo sappiamo, ma io volevo mostrare la parte colorata, quella dell'umanità delle persone che aiutano". Il film è stato girato per le strade indiane con modalità simili a quelle di un documentario, immergendo l'attore in situazioni affollate e mettendolo a confronto con le persone del posto senza che queste sapessero che si stava girando un film. Il cineasta, nato in Canada, non nega le sue importanti influenze di cinema occidentale: "I miei più grandi ispiratori sono Michael Winterbottom con In This World, Jafar Panahi i grandi registi del neorealismo italiano". Contemporaneamente a Siddharth ha diretto il film di fantascienza I'll Follow You Down, con Haley Joel Osment e Gillian Anderson. [Michela Greco, Cinecittà News]



© Associazione Culturale Giornate degli Autori - via Panaro 17 (RM) - P.IVA 08079171008 Design: EU-GENIA srl - Webmaster: Daniele Sorrentino